Gary Frank super ospite della nona edizione di Etna Comics

Già da alcuni mesi è protagonista assoluto sul mercato italiano con uno degli eventi DC più importanti del 2019. Con quel Doomsday Clock che segna, per la prima volta, l’incontro tra i personaggi di Watchmen e quelli dell’Universo DC.

E’ noto al grande pubblico per aver curato i disegni di Midnight Nation e Supreme Power, entrambi scritti da J. Michael Straczynski, ma anche per i suoi lavori su The IncredibleHulk e Supergirl.

Parliamo del grande Gary Frank, che sarà tra i super ospiti della nona edizione di Etna Comics.

Quattro giorni a Catania nei quali incontrerà i suoi fan, ripercorrendo la propria carriera quasi trentennale, iniziata nel 1991 con le illustrazioni di copertine e racconti interni per DoctorWho Magazine e Toxic!

Un passo che lo portò alla Marvel UK, nel 1992, come artista della serie regolare su Motormouth&Killpower, e che gli avrebbe spianato la strada, nello stesso anno, verso la Marvel Comics, che lo prese per illustrare le copertine di The IncredibleHulk, a partire dal numero 400.

Durante il suo periodo iniziale alla Marvel ha contribuito alla realizzazione di copertine, interni e pin-up per varie serie, come X-Men Unlimited, il Sabretooth Special, X-Men Classic, X-Men Prime, Doctor Strange e Sorcerer Suprem.

È il 1996 quando viene assunto per la nuova serie in corso Supergirl della DC Comics, su testi di Peter David, mentre l’anno dopo si trasferisce alla Image Comics, dove, insieme allo scrittore John Arcudi, entra a far parte del nuovo team creativo per il titolo Wildstorm Gen.

All’alba del nuovo millennio inizia la sua prima collaborazione con J. Michael Straczynski, lavorando come penciller proprio sulla serie Midnight Nation, mentre nel 2002 viene annunciato l’accordo per un contratto esclusivo con la Marvel, che inaugura con un arco di due numeri (61-62) di The Avengers, scritto da Geoff Johns e inchiostrato da Jonsibal.

Nel 2003 pubblica nuovamente in coppia con Straczynski su Supreme Power, sotto l’etichetta Marvel MAX per il pubblico maturo. Con il suo realismo e la sua narrazione la serie diventa il primo titolo MAX della Marvel a vendere oltre 100.000 copie.

Nel 2007 arriva un altro contratto di esclusiva, questa volta con la DC Comics. Tra gli altri lavori, in team con lo scrittore Geoff Johns, firma la mini-serie Superman: Secret Origin. Si tratta della storia che il DC Executive Editor Dan DiDio ha definito come il racconto “definitivo” sulle origini di Superman.
Il 2012 è invece l’anno di Batman, con Earth One, una graphic novel originale fuori continuity.

Sette anni dopo, all’inizio del 2019, arriva il lancio di Doomsday Clock, che dà appunto vita al primo storico incontro tra i personaggi di Watchmen e quelli dell’Universo DC.

 

Dal 6 al 9 giugno i suoi fan potranno incontrarlo dal vivo ad Etna Comics, per conoscere alcuni dei “segreti” che lo hanno portato a diventare uno dei fumettisti più apprezzati del globo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *