Tao Moda 2019: “Contemporary Art Fashion Design”

Taormina – Lifestyle basato sull’essenziale, pratico, comodo, ma allo stesso tempo elegante per donne che non mendicano attenzione. Il Contemporary Fashion di Taomoda 2019 è caratterizzato dalla positività, dal volersi distinguere, da una femminilità che non ha bisogno di essere ostentata. In mostra a Taormina a Palazzo Ciampoli, dimora quattrocentesca e museo location dell’exhibition “Contemporary Art  Fashion Design”, i capi simbolo di cinque brand carichi di identità.

Lisa Tigano

Abiti studiati nei minimi dettagli quelli ideati da Lisa Tigano, designer talentuosa creatrice del marchio Ellementi. Come tutte le sue collezioni, anche la nuova SS2020 “Flash Collection” è espressione di una storia personale: “Mi stavo occupando delle faticose pulizie di primavera, quando ho trovato in un cellophane a rettangoli stampati che conteneva il gilet bianco di mio nonno, di almeno quarant’anni fa –racconta Lisa Tigano-. Ricordo che lo indossava sempre in primavera durante le sue pedalate, con la inseparabile bicicletta ramata, verso casa mia per venire a trovarmi e per giocare con me. Da questo preciso e dolce ricordo è nata la mia Flash, composta da una cartella colori delineata dall’unione e contrapposizione di bianco e beige”. Gli abiti di Lisa sono uno sguardo nostalgico al passato, ma arricchito da elementi moderni, ricercati e innovativi. La praticità e la versatilità sono per lei essenziali: grazie a nastri, cinture, spalli e fiocchi, i capi sono modificabili e adattabili alle necessità della donna moderna di qualunque taglia, che vuole naturalezza (i materiali sono naturali al 100% ed integrati a tessuti con una bassa percentuale sintetica) e comodità senza però rinunciare alla classe, all’originalità e all’espressione della propria forte personalità. Gli orli in organza e gli accessori in rame danno quel tocco in più che completa e complimenta questa collezione, rendendola unica nel suo genere.

Laura Mendolia per Pescepazzo con le coloratissime coffe

Colori briosi e accesi, invece, quelli di Pescepazzo, marchio creato dalla ventiseienne taorminese Laura Mendolia, laureata in giurisprudenza a Roma ma da sempre appassionata di tessuti, abiti e accessori. Laura si rifà alla coffa siciliana (tradizionale borsa in paglia realizzata a mano) ma la reinterpreta in chiave moderna e glamour. La paglia viene quindi sostituita dal velluto, dallo shantung di seta, dalle piume di marabù e dal corallo, rendendo queste borse un accessorio allegro, brioso e versatile: pensato, infatti, non solo per la spiaggia, ma soprattutto per le passeggiate in città, per le occasioni eleganti come cocktails e cene in cui non si vuole però rinunciare all’autoironia e alla qualità del Made in Italy. I colori sono quelli della terra d’origine dell’artista: rosso fuoco, come la lava che si sprigiona dal vulcano; nero, come la notte siciliana; blu intenso e vibrante, come il mare; porpora, come la bouganville che si arrampica sui muri millenari; giallo, come i campi brulli d’estate; bianco, come la neve dell’Etna d’inverno. Il messaggio che esprimono, chiaro e forte, è l’amore per la vita e per la propria casa, e quella gioia di vivere che riempie il cuore.

Anche Salvatore Cusimano si ispira alla sua terra per le sue creazioni. Palermitano di origine, si accorge presto di avere una sensibilità profonda e sottile che lo porta a perdersi in un universo di idee e fantasie, che fa di tutto per rendere reali e concrete. Trasferitosi a Roma, conosce artisti ed aristocratici, ed il suo spirito ribelle e creativo trova finalmente nutrimento; è l’incontro con uno stilista siciliano, anni più tardi, a segnare il suo ritorno in Sicilia, questa volta a Taormina. Dal 2006 dirige lì la boutique Le Gatte, ed inizia a realizzare ed esporre abiti di carta interamente a mano, riscuotendo ammirazione e apprezzamento da personalità della stampa, dell’arte e della moda. Le sue creazioni, delicate nei materiali ma forti e sicure di sé nello stile, coniugano perfettamente positività e introspezione, passionalità e spiritualità, indomabilità e bisogno di affetto e contatto con l’anima di chi le osserva. La teatralità che le contraddistingue è metafora e perfetta espressione del loro autore, che sogna di recitare in una compagnia ed indossare così, liberamente e fino in fondo, ruoli diversi in un mondo irreale e fantastico.

Alla donna che sa chi è e non si ferma davanti agli ostacoli, non possono mancare calzature degne della sua sicurezza e determinazione. Il marchio toscano Belle Vie si rivolge quindi a donne che si piacciono e amano piacere, che si mostrano in tutta la loro bellezza e ricchezza ma che non rinunciano alla praticità: i comodi modelli sportivi sono sempre arricchiti da dettagli della lavorazione, da materiali e colori particolari, e da accessori unici. I nomi, inoltre, riprendono quelli delle vie scelte per i servizi fotografici in giro per l’Italia.

Un riconoscimento, nell’ambito dei Tao Award, infine per il brand Ara Lumiere nato come iniziativa sociale per sostenere le giovani indiane sopravvissute agli attacchi con l’acido. L’ONG Hotur Foundation, sotto la guida di Kulsum Shadab Wahab, aiuta e sostiene queste donne sfregiate nel corpo e nell’animo, dando loro la possibilità di rinascere, di riscoprire la bellezza e di farne parte, di portare alla luce (“Lumiere”, appunto) la loro natura libera ed elegante, oltre le cicatrici, oltre il trauma, e oltre le gabbie imposte da altri. Vengono così creati copricapi ornati e particolarissimi, arricchiti da piume d’uccelli dai colori esotici e sgargianti che ricordano foreste vergini e paradisi lontani, da conchiglie dalle geometrie perfette che richiamano mari incontaminati, da drappeggi sontuosi e sinuosi, e da decorazioni in oro, che nella visione di Kulsum simboleggiano “la brillantezza di queste donne che non sarà mai portata via”. Ogni pezzo racconta la storia di queste sopravvissute coraggiose e resilienti, e celebra il loro ottimismo, la loro positività, e lo splendore della loro rinascita.

 

THANKS TO: CAMERA NAZIONALE DELLA MODA ITALIANA, CAMERA BUYER ITALIA, FONDAZIONE GIANFRANCO FERRE’, ISTITUTO MARANGONI MILANO, SUPREMA VENEZIA, ELLEMENTI, BELLE VIE, ARA LUMIERE, PESCE PAZZO. CON LA PARTECIPAZIONE STRAORDINARIA DI XERJOFF

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *